Altro FALSO sull’olocaustico

Altro FALSO !!!!

*********Le Favole Olocaustiche al capolinea!!!**************

************Sopravvivere coi lupi” è un falso***************

È uno degli inganni storico-letterari più grossi degli ultimi vent’anni. Anzi, lo studioso della Shoah Maxime Steinberg ne ha parlato come di «una delle più grosse manipolazioni della storia». E a farla dimenticare non basteranno le tardive scuse dell’autrice.
Misha Defonseca ha ammesso che la storia raccontata nel suo libro Sopravvivere coi lupi non è vera. L’autrice non è mai stata quella bambina di 8 anni, ebrea di origine, che per ritrovare i genitori deportati dai nazisti percorse a piedi 3000 chilometri, dal Belgio all’Ucraina, venendo salvata da un branco di lupi. Misha non è quella bambina perché quella bambina non è mai esistita….è un successo internazionale: è stato tradotto in 18 lingue, conta milioni di lettori che hanno visto in Misha una nuova e più struggente Mowgli, l’eroe del Libro della giungla di Rudyard Kipling. Tanto che il testo è stato da poco trasformato in film, Survivre avec les loups, che in cinque settimane è stato visto da più di 540mila persone.

Ora però per la Defonseca, che ha 80 anni e si è trasferita negli Stati Uniti, è arrivata la resa dei conti. La verità è venuta improvvisamente a galla solo perché alcuni storici hanno trovato delle incongruenze nella sua vicenda, dopo che un blog aveva messo in linea alcuni documenti d’archivio.

Anche in questo caso sarà difficile scoprire la verità. L’unica certezza è che è un caso tutt’altro che unico. Nel 2006 vennero contestate le memorie in cui il regista austriaco Conny Hannes Meyer raccontava di essere stato a Mauthausen; nel 1999 era toccato allo scrittore svizzero Benjamin Wilkomirski.

 

Un falso olocaustico accertato in più,un nuovo naufragio olocaustico.  

Altro FALSO sull’olocausticoultima modifica: 2008-04-18T15:25:00+02:00da erwinthule
Reposta per primo quest’articolo

5 pensieri su “Altro FALSO sull’olocaustico

  1. siccome mi rendo conto di essere andato fuori tema, cerco di riprendere la questione fondamentale di questi numeri veri o non veri.
    le cifre dei morti ebrei sono molto dubbie e gli olostorici ufficiali
    (hilberg e dawidowicz sopra tutti) si sono contraddetti a più riprese.

    però il basarsi su un censimento di “ebrei” non è un dato molto certo in quanto statistiche sicure semplicemente non esistono.
    Per cominciare, il numero delle vittime ebree dipende dalla definizione della parola “ebreo”, e non c’è un consenso generale su tale definizione. Gli ebrei sono una razza, una nazione o solo una religione? potrebbero essere valide tutte e tre le risposte ma solo in parte. Per esempio una persona figlia di ebrei ma che ha rinunciato totalmente alla sua religione può essere definito ancora ebreo?
    l più importante esperto di prima della guerra sulle statistiche della popolazione ebraica, Arthur Ruppin, affermò che c’erano 16.7 milioni di ebrei nel mondo nel 1939. Per i primi anni del dopoguerra, il World Almanac diede le cifre seguenti:
    15.19 milioni per il 1945 e 15.7 milioni per i quattro anni successivi, dal 1946 al 1949. Ma nel suo numero del 1949, il World Almanac citò le cifre fornite dall’American Jewish Committee, secondo cui c’erano stati 16.6 milioni di ebrei nel 1939 e solo 11.2 milioni nel 1947.
    D’altro lato, in un articolo pubblicato sul New York Times (giornale di proprietà ebraica) all’inizio del 1948, Hanson Baldwin, un esperto militare e specialista della Palestina, affermò che c’erano nel mondo tra i 15 e i 18 milioni di ebrei. Come si capisce le statistiche ci permettono di credere sia che l’Olocausto ebbe luogo sia il contrario; dipende solo da quali statistiche si preferiscono.
    non è in queste statistiche che va cercata la risposta.
    resta comunque il fatto che la cifra di 6 milioni è quantomeno dubbia, e allora a cosa dovremo credere?

  2. I dati da me riportati sono chiaramente provocatori!
    Lo scopo è quello ci stimolare il ragionamento sul fatto che a tutt’oggi c’è incertezza sul numero totale dei decessi ,quando già nel 1944 gli ebrei parlavano di 6.000.000 di sterminati!
    Evidentemente LORO erano informati anzitempo!

Lascia un commento