Mahmoud Ahmadinejad e il preteso olocausto

 

ahmadinejad_rabbino.jpg
 
Mahmoud Ahmadinejad a destra nella foto
 

 Un intrigo politico alla ricerca di potere ha preteso di difendere un gruppo di vittime [PRETESE VITTIME dell’Olocausto, nota di Erwin] – ed ha chiesto riparazioni per il loro sangue



Onorevoli ospiti, cari professori e studenti: un’occhiata agli eventi seguiti alla Seconda Guerra Mondiale mostra che la questione dell’Olocausto e il modo esagerato in cui esso è stato raccontato era un pretesto per protrarre ed espandere il dominio dei vincitori, in particolare degli Stati Uniti e della Gran Bretagna, nell’arena internazionale.
L’illegittimo regime sionista è un prodotto dell’Olocausto. Mentre molte persone delle varie nazioni sono morte nella Seconda Guerra Mondiale – si è detto che ne sono stati uccisi 65 milioni – un intrigo politico alla ricerca di potere ha preteso di difendere un gruppo di vittime ed ha chiesto riparazioni per il loro sangue. [Questo intrigo] ha ordinato che i sopravvissuti di questo particolare gruppo di vittime dovesse ricevere un compenso – e parte di esso era lo stabilire il regime sionista in terra di Palestina.
Con questo pretesto, essi hanno attaccato la Palestina e, dopo aver massacrato il popolo [autoctono] cacciandolo dalle sue case, ne hanno occupato la patria, creando il regime sionista – per assicurarsi che nessun potere regionale potesse emergere nelle terre islamiche, a scapito del potere degli Occidentali; [in quanto] la civiltà e la cultura islamiche hanno il potenziale dinamico per intralciare i loro interessi, che sono fondati sull’oppressione e sulla sete di potere.

Questi principi e questa filosofia comprendono il regime sionista.
Oggi, fra coloro che vivono nelle terre sotto questo regime di occupazione sono inclusi alcuni elementi del popolo originario della Palestina, ma la maggioranza è costituita da immigranti provenienti dall’America, dall’Asia e dall’Europa. La gran parte non è formata da sopravvissuti della guerra, dunque anche secondo la logica dell’Olocausto, [essi non dovrebbero trovarsi lì].
Sfortunatamente, per 60 anni essi non hanno permesso a nessuno di fare domande sulla essenza reale dell’Olocausto o di dubitare della sua logica – perché se la verità dovesse venire alla luce, non resterebbe nulla della loro logica di democrazia liberale.
Sono gli stessi fautori della democrazia liberale a difendere l’Olocausto, ad averlo santificato al punto da interdire ogni accesso alla questione. Rompere il lucchetto dell’Olocausto e riesaminarlo equivarrà a tagliare le arterie vitali del regime sionista.

 Ciò ne distruggerà il fondamento filosofico e la ragion d’essere.
Oggi i sionisti dominano molti centri mondiali del potere, della finanza e della comunicazione. Ma io voglio attrarre l’attenzione dei ricercatori su un’altra importante questione: La putrida entità del regime sionista non è l’unico frutto dell’Olocausto.

 Le conseguenze e le ripercussioni dell’Olocausto sono infatti ben maggiori.
Disgraziatamente, oggi i sionisti hanno irretito molti uomini politici e molti partiti, e stanno razziando in questo modo la ricchezza e le risorse delle diverse nazioni, privando i popoli della loro libertà e distruggendo le loro culture e i loro valori umani, espandendo la loro rete di corruzione.

Io invito i cari ricercatori, intellettuali, giovani e studenti che sono dei battistrada, a riesaminare non solo l’Olocausto ma anche le sue conseguenze, informando gli altri dei propri studi e ricerche. Non dimentichiamo che mai come ora, l’intrigo sionista, realizzatosi con l’Olocausto, deve essere esposto e presentato ai popoli per quello che veramente è.
Esprimo la mia gratitudine a tutti gli organizzatori di questa conferenza e ringrazio tutti i ricercatori e gli autori che hanno lavorato in questo campo e che stanno pubblicando le loro opere di valore sull’argomento.

Siate vittoriosi.

Mahmoud Ahmadinejad

 

Il discorso è stato pronunciato ad una conferenza sull’Olocausto alla Sharif University of Technology di Teheran il 27 gennaio 2009

 

Mahmoud Ahmadinejad e il preteso olocaustoultima modifica: 2009-02-18T09:41:00+01:00da erwinthule
Reposta per primo quest’articolo

7 pensieri su “Mahmoud Ahmadinejad e il preteso olocausto

  1. Complimenti al nanetto Hamadinejad,che mente acuta!
    Lasciate che continui con il programma nucleare e l’America
    farà come ad Hiroshima.E come accadde ai Giapponesi
    diventerà più mansueto.:D

    Obama non è diverso da Bush e penso deluderà i molti che sperano in una sua politica antiisraeliana.

  2. Bè anonimo fiorentino,anche tu in quanto ad affermazioni in linea col post non sei tanto a posto.
    Non ti conviene fare commenti del genere,ti prego ,altrimenti mi costringi a risponderti,ma sarebbe come sparare sulla Croce Rossa! 😀
    Via ,se spremi le meningi forse ti viene in mente qualcosa di meglio!:D

    Ti spiego il commento sopra.
    Non si può dar retta alle spiegazioni fantasiose di un pazzoide fanatico.
    Questo porterà il suo popolo alla rovina.E’ già accaduto ed accadrà di nuovo,
    per mano dell’America.Ci siamo?

  3. Io non so chi tu sia e ti suggerisco di formare un tuo comitato autonomo e dedicarti ad una tua dinamica non violenta da pianificare su lunga scadenza, almeno dieci anni.
    In questo momento è importante creare dinamiche facilmente riproducibili, la vittoria nel caso della campagna 100 Milioni di Tonnellate non sarà nell’eliminazione dei NEMICI dell’umanità che ci avranno ostacolato, ma nell’aver prodotto la quantità prefissata di… legna ecologica e biomassa secca.

  4. Monica,
    scusa se ci diamo del “tu”…Ma se noi siamo solo degli “illusi” allora perchè continui a spendere il tuo prezioso tempo con noi? Quando una persona supera il vostro folle dualismo manicheo del bianco-nero e comincia a vedere tutti i colori del creato, assume una nuova consapevolezza dalla quale nè potrà nè vorrà più tornare indietro…!!!
    Se sei qui per operare delle conversioni mi sa che non hai molte speranze…!! A questo punto dico: “non sarebbe più comodo, per voi, farci fare la fine che avete fatto fare ad Haider?”
    Beninteso, io lo dico per voi, per farvi risparmiare tempo…! E’ solo un consiglio; poi, siete liberi di fare come vi pare. D’altronde siete voi il popolo eletto!
    Vorrei chiedervi una cortesia, se posso, da povero goj..!! Non mettete in giro, dopo il mio incidente stradale, la falsa voce che sono omosessuale perchè ho amato troppo una donna in vita mia…sarebbe una beffa imbarazzante e clamorosa…!!
    MILITE IGNOTO

Lascia un commento